• Santiago de Compostela:
  • Tappa Sarria-Portomarin
  • Portomarin: scalinata
  • Las Cubiertas (i tetti della Cattedrale)
  • Conchas variopinte in una bottega

Camino Francés: gli ultimi 100 Km

Da Sarria a Santiago in libertà

Viaggio a piedi individuale con trasporto bagagli disponibile da marzo a novembre 2020

  • Itinerario Sarria – Santiago (115 km, 5 tappe / 7 notti / 8 giorni) – cod. viaggio SLFS5
    • Possibilità di scelta tra diversi livelli qualitativi di strutture ricettive.

Pacchetti di viaggio con vari tipi di sistemazione e tutti i servizi necessari per percorrere, in piena autonomia e senza preoccupazioni, gli ultimi 100 Km del Camino Francés, partendo dalla città di Sarria.

BASIC: Alloggio in strutture molto semplici (scarica la locandina)

SMART: Alloggio in strutture di medio livello (scarica la locandina)

DELUXE: Alloggio in strutture di prestigio (scarica la locandina)

PILGRIM: Alloggio nei migliori ostelli (scarica la locandina)

Scarica qui locandina e scheda viaggio

Itinerari “su misura” disponibili a richiesta per tutti i tipi di pacchetto

 

 

Difficoltà:

conchiglia medio 2

 

 

 

 

 

Itinerari “su misura” a richiesta.

Product Description

PROGRAMMA

Giorno 1. Arrivo all’aeroporto di Santiago de Compostela per proprio conto. Incontro con il nostro rappresentante, trasferimento riservato a Sarria.
Sistemazione in albergo e pernottamento.

Giorno 2. Tappa n.1, Sarria – Portomarin (23 km, +300/-390m, media). Lasciato l’albergo, dopo pochi passi ci immettiamo sul percorso, unendoci idealmente e fisicamente alle moltitudini di pellegrini di ogni tempo. Fin dal primo passo si avverte l’atmosfera del Cammino. Risalendo la Rua Maior ci fermiamo a timbrare la nostra credenziale nella chiesa di Santa Mariña. Ci si vorrebbe soffermare ad ammirare ogni cosa: il monumento al re Alfonso IX, le insegne degli albergues, le conchiglie scolpite nel granito. In cima alla collina, la Capilla del Salvador ed il primo dei tanti cruceiros che troveremo lungo la strada, il convento dos Mercedarios, ma bisogna andare! In fondo alla discesa attraversiamo il ponte medievale e risaliamo attraverso un bosco di alberi plurisecolari. Raggiunto l’altopiano, non possiamo fare a meno di fermarci per visitare la chiesa di Santiago de Barbadelo. Proseguendo il nostro cammino, piccolissimi villaggi, con le loro minuscole chiesette, si alternano a boschi, campi coltivati, fonti e piccoli corsi d’acqua. Scendiamo infine verso il Rio Miño ed arriviamo a Portomarín. Sistemazione in albergo nel centro della cittadina, dominata dalla poderosa chiesa-fortezza di San Juan.

Giorno 3. Tappa n.2, Portomarin – Palas de Rei (25 Km, +380/-170m,media). Nel riprendere il Cammino, tra molti volti nuovi che ci salutano ed augurano “buen camino”, cominciamo a riconoscerne qualcuno che ci è già familiare. La tappa odierna è caratterizzata da una lunga ma graduale salita verso Hospital de la Cruz e Ventas de Naron, punti più elevati del nostro viaggio. Anche oggi avremo l’opportunità di vedere luoghi storici e monumentali, tra cui il più importante, il monastero di Vilar de Donas, si raggiunge facendo una deviazione dal percorso. Scendiamo poi verso Palas de Rei dove si conclude la nostra seconda tappa. Dopo la visita della chiesa di San Tirso, posta all’entrata della cittadina, ci sistemiamo in albergo.

Giorno 4. Tapa n.3, Palas de Rei – Ribadiso (26 Km, +100/-270, medioimpegnativa). Un celebre quanto semplice monumento al pellegrino ci augura buon cammino mentre lasciamo il centro di Palas per intraprendere la tappa più lunga del nostro viaggio. A metà strada, ci fermiamo nella ridente città di Melide per visitare i suoi numerosi bei monumenti e la famosa Pulperia Ezequiel. Qui il “Cammino Primitivo” confluisce nel “Cammino Francese”. Su e giù per le colline, attraverso boschi di eucalipto e la verdeggiante campagna gallega, giungiamo al ponte medievale di Ribadiso.

Giorno 5. Tappa n.4, Ribadiso – O Pedrouzo/Amenal (22/25 Km, +80/-190m, agevole). Passando da Arzúa, facciamo rifornimento dell’ottimo formaggio locale e di altre provviste per la nostra tappa odierna, che ci condurrà alle porte di Santiago. Dopo un lungo tratto tra boschi di eucalipto e piccolissimi villaggi, raggiungiamo la famosa Capilla de Santa Irene. Arrivo nella cittadina di O Pedrouzo o proseguimento fino al villaggio di Amenal, a seconda del nostro albergo.

Giorno 6. Tappa n.5, O Pedrouzo/Amenal – Santiago (19/16 Km, +100/-120m, agevole). La tappa odierna è intenzionalmente la più breve, per consentirci di arrivare a Santiago entro le 12:00 e poter partecipare alla “messa del pellegrino”, se si vuole. Girando attorno alla recinzione dell’aeroporto, raggiungiamo una serie di luoghi “storici” del Cammino, tra cui Lavacolla ed il Monte do Gozo, da dove tradizionalmente si avvistano per la prima volta le guglie della Cattedrale. Entriamo in città per San Lazaro, siamo ormai quasi alla meta e si percepisce attorno a noi un’atmosfera particolare. Arriviamo infine alle mura del centro storico, attraversiamo Praza Cervantes ed eccoci alla Cattedrale, dove prendiamo posto per la messa del pellegrino. Sistemazione in albergo e resto della giornata libero.

Giorno 7. Giornata libera a Santiago. Possibilità di partecipare alla Messa del pellegrino e possibilità di fare una visita guidata ed escursioni sulla costa atlantica con supplemento di prezzo.

Giorno 8. Transfer riservato all’aeroporto di Santiago, se compreso nella quota, e fine dei servizi.

Mappa degli "ultimi 100 km"

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Be the first to review “Camino Francés: gli ultimi 100 Km”