Rota Vicentina – Cammino Storico

Rota Vicentina – Cammino Storico

Stagione 2021

Viaggio a piedi in libertà nel Sud del Portogallo, lungo il “Cammino Storico”.

Il percorso base da Santiago do Cacém a Cabo de S.Vicente (Sagres) ha una lunghezza di circa 210 km e viene solitamente suddiviso in 11 tappe.
A questo si aggiungono un sentiero che collega il tratto più settentrionale alla costa ed un ramo laterale verso l’interno, per un totale di oltre 260 km.

Alcune proposte

“Cammino Storico completo”: SANTIAGO DO CACEM – CABO DE S.VICENTE/SAGRES (11 tappe / 210 Km)
Prezzi a partire da € 420,00

“Le valli attorno al fiume Mira”: SANTIAGO DO CACEM – ODECEIXE (6 tappe / 120 Km)
Prezzi a partire da € 260,00

“Tra le colline e la costa meridionale”: ODECEIXE – SAGRES (5 tappe / 90 Km)
Prezzi a partire da € 220,00

“Dalla campagna all’oceano”: SANTIAGO DO CACEM – VILA NOVA DE MILFONTES (4 tappe / 77 Km)
Prezzi a partire da € 180,00

Consultarci per itinerari personalizzati, anche in combinazione col SENTIERO DEI PESCATORI.

Product Description

PERCORSO COMPLETO DEL CAMMINO STORICO
(Tappe classiche in direzione Sud)

Tappa 1.  Santiago do Cacém – Vale Seco/Paneiro 18/21 km
Fin dal medio evo, la chiesa di Santiago do Cacém è un punto di transito emblematico per i pellegrini, fossero essi diretti a Nord verso Santiago de Compostela o a Sud verso il promontorio sacro di Cabo de S.Vicente. Questo primo tratto del lungo percorso attraverso l’entroterra e la costa del Sud del Portogallo è dominato dalla quercia da sughero, l’albero più rappresentativo della regione Alentejo. Il percorso si snoda prevalentemente lungo strade sterrate, con qualche saliscendi moderato ad un’altitudine compresa tra 110 e 270 m, andando mediamente in direzione Sud. Punti di ristoro nei villaggi di Paiol e Vale Seco.

Tappa 2. Vale Seco/Paneiro – Cercal do Alentejo 20/17 km
Proseguiamo il nostro cammino in direzione Est attraverso spazi aperti verso il villaggio di Vale das Èguas (punti di ristoro). Proseguiamo in direzione Sud verso il lago artificiale di Campilhas e attraversiamo la diga, punto più basso della giornata a 110 m di quota. Proseguiamo in moderato saliscendi attraverso la campagna rigogliosa verso il fiume Refróias e poi entriamo nel paese di Cercal do Alentejo, dove troviamo tutti i servizi essenziali.

Tappa 3: Cercal do Alentejo – S.Luís 20,5 km
Dopo un primo tratto pianeggiante, entriamo una zona montuosa anche se non più alta di 330m, tra miniere abbandonate di ferro e manganese. Facendo una breve deviazione, possiamo andare ad ammirare Rocha de Água d’Alte, dove durante la stagione piovosa si formano numerose cascate. Dai punti più alti possiamo avvistare l’oceano, il grande fiume Mira, i porti di Vilanova de Milfontes e Porto Covo. Estesi boschi di eucalipto si alternano ad aree dove prospera la flora autoctona, con molte specie rare. All’arrivo a S. Luís, troviamo finalmente tutti i servizi.

Tappa 3a: Cercal do Alentejo – Porto Covo 16,5/ km
Per chi desidera combinare le tappe attraverso l’entroterra rurale con quelle lungo il mare, questa tappa offre la possibilità di raggiungere la costa a Porto Covo.

Tappa 4: S.Luís  – Odemira 25/ km
Il paesaggio è sorprendentemente diverso da quello visto fino ad ora, grazie all’abbondanza di fiumi e ruscelli. Di particolare bellezza è la zona di Pego de Mira, che si raggiunge facendo una breve deviazione dal percorso base. La tappa è prevalentemente in discesa, fino a Odemira, uno dei principali centri abitati di tutto il cammino, sulle rive del fiume Mira.

Tappa 5: Odemira – S.Teotónio 19 km
Ancora una tappa tutta nell’entroterra prima di raggiungere la costa: dopo un tratto lungo il fiume Mira, passiamo nella valle del molto più piccolo fiume S.Teotónio che seguiamo attraversandolo ripetutamente prima di arrivare alla cittadina, dotata anch’essa di tutti i servizi essenziali.

Tappa 5a: Sabóia – Odemira 33 km
La tappa più lunga di tutto il cammino: si tratta in effetti di un ramo laterale dal quale immettersi sul tracciato principale del Cammino Storico, approfittando della presenza a Sabóia di una stazione ferroviaria. Il percorso si sviluppa lungo il fiume Mira, in un ambiente ricco di vegetazione e zone palustri, mentre a breve distanza, sugli aridi rilievi montuosi che sorgono su entrambe le rive, prospera solamente la quercia da sughero.

Tappa 6: S.Teotónio – Odeceixe 15/17 km
Il percorso principale di questa tappa attraversa una zona montuosa, ricca di boschi in cui abbondano numerose specie di alberi, cespugli e piante aromatiche. Nel tratto iniziale ed in quello conclusivo, prevalgono le coltivazioni tra cui numerose varietà di frutta tipiche della zona. In alternativa, si aggirano le colline da Ovest accorciando di un paio di km. Arrivo a Odeceixe, luminoso paesino tra la collina ed il fiume, a soli 2 km dalla sua bellissima spiaggia, dove il Cammino Storico incontra il Sentiero dei Pescatori.

Tappa 7: Odeceixe – Aljezur 19,5 km
Da qua in poi, le tappe del Sentiero dei Pescatori toccano le stesse località del Cammino Storico ma seguendo tracciati differenti, in parte sovrapposti. Si comincia col risalire la collina sulla quale sorge la parte superiore del paese e poi si prosegue in pianura, lungo i canali di irrigazione tra coltivazioni e zone paludose. Il percorso interseca il circuito della spiaggia di Odeceixe, che a sua volta interseca quello del Sentiero dei Pescatori. Da Rogil, cittadina fornita di tutti i servizi, il tracciato è in comune col Sentiero dei Pescatori fino alla cittadina di Aljezur, sulla quale svetta un famoso castello.

Tappa 8: Aljezur – Arrifana 12 km
Anche la tappa odierna ha un tratto in comune col Sentiero dei Pescatori, ma questa volta all’inizio. Scavalcata la collina su cui sorge il castello e superata la Valle di Amoreira, si prosegue tra boschi e coltivazioni fino a raggiungere gli insediamenti turistici a ridosso della costa. Tappa facile e breve, che lascia il tempo per godersi le splendide falesie di Arrifana e la spiaggia frequentata dai surfisti. Per chi ha poco tempo a disposizione, c’è la possibilità di proseguire direttamente per Carrapateira, senza passare da Arrifana.

Tappa 9: Arrifana – Carrapateira 20/21,5 km
Anche oggi  si incomincia con un tratto in comune col Sentiero dei Pescatori: dopo la discesa alla Praia do Canal, si torna verso l’interno passando per Monte Novo, da dove il Sentiero dei Pescatori devia verso la riva. Il Cammino Storico invece si addentra all’interno attraverso le colline boscose e poi lungo il fiume Bordeira, passando per l’omonimo villaggio. La tappa si conclude a Carrapateira, villaggio contadino vicino al mare.

Tappa 10: Carrapateira – Vila do Bispo 16 km
Da Carrapateira, il Cammino Storico sale attraverso la collina mentre il Sentiero dei Pescatori si dirige direttamente verso la Praia de Amado, intersecando il circuito del Pontal da Carrapateira. Scavalcata la collina, si passa per Vilarinha e poi si attraversa una zona semipaludosa, lungo il fiume Sinceira fino all’altro villaggio di Pedralva. Dopo un altro tratto di collina, si arriva alla cittadina di Vila do Bispo, distante qualche km dalla costa.

Tappa 11: Vila do Bispo – Cabo de São Vicente – Sagres 20,5 km
Anche per questa tappa si può scegliere tra il percorso del Cammino Storico e quello del Sentiero dei Pescatori: anche in questo caso si comincia con un tratto in comune e si arriva ad una biforcazione: qui il Sentiero dei Pescatori devia verso il ciglio della scogliera mentre il Cammino Storico attraversa un’ampia distesa pianeggiante di prati e macchia bassa costiera, per terminare davanti al forte di Cabo de São Vicente, dove termina il tracciato del Cammino Storico. Per raggiungere Sagres, proseguiamo lungo il Sentiero dei Pescatori attraverso la pianura, con possibilità di deviare verso il ciglio delle falesie.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Be the first to review “Rota Vicentina – Cammino Storico”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.